Site Logo
giovedì 21 giugno 2018
Cerca nel sito

Flora tipica della Val Nure e della Val Chero

La flora di Val Nure e Val Chero è molto diversificata a seconda dell'altitudine. La vegetazione forestale è dominata dalla presenza del faggio, con boschi a ceduo fino a quota 1500 mt e sottobosco caratterizzato dalla presenza del mirtillo. Dove il bosco si dirada abbiamo graminacee e geranium nodosum, anemone nemorosa e anemone trifolia, crocus e specie eliofolie come rubus idaeus e senecio nemorensis. I pascoli presentano molte specie foraggere, e durante le fioriture estive si trovano alcune specie di orchidee spontanee. Si trova anche il pino mugo, che a quota alta è insieme all'abete bianco. A quote inferiori si trovano il carpino bianco, l'acero, il frassino, l'olmo, il tiglio il nocciolo e il maggiociondolo.
  • In Val Nure e Val Chero è ancora possibile trovare l'agrifoglio, soprattutto come sottobosco delle faggete di collina e montagna.
  • Tra i fiori che si possono trovare sugli affioramenti rocciosi della provincia di Piacenza le armerie, chiamate volgarmente spilloni, sono certamenti i più eleganti.
  • Tra le numerose specie di orchidee che si possono osservare in provincia di Piacenza le ofridi sono tra le più curiose ed interessanti.
  • Gli abeti bianchi che si incontrano sul Monte Nero non raggiungono mai altezze elevate, al massimo 10 metri. Si tratta di alberi plurisecolari, alcuni esemplari hanno 350 anni.
  • La presenza dei pini mughi sui monti dell'alta Val Nure trova la sua origine nell'ultima fase glaciale, l'unica ad aver interessato l'Appennino piacentino.
  • Le cime di alcune montagne sono caratterizzate dalla presenza di luminosi pascoli. Queste praterie di altitudine non sono probabilmente naturali, ma più facilmente sono il risultato di precedenti attività di pascolo.
  • I versanti luminosi e asciutti della Val Nure sono solitamente occupati da tre specie ben diffuse nella fascia collinare e basso-montana: il carpino nero, l'orniello e la roverella, specie arboree termofile (amanti di ambienti caldi).
  • I boschi di castagno che crescono sull'Appennino piacentino sono opera dell'uomo. Si incontrano nella fascia collinare- montana.
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
- A +
© Tutti i diritti sono riservati
IAT Grazzano Visconti Val Nure e Val Chero - telefono: +39.0523.870997 - fax: +39.0523.870997 email: iat@valnure.info
powered by Infonet Srl Piacenza