Site Logo
domenica 19 agosto 2018
Cerca nel sito

Monte Lama

Monte Lama
I diaspri affioranti del Monte Lama sono selci stratiformi, dunque rocce stratificate composte quasi totalmente da silice biogenica, le cui impurità ferrose (ematite) conferiscono ad esse il caratterstico color rosso fegato. La loro composizione mineralogica rende ragione dell`elevatissima durezza e compattenza delle rocce.
L`origine della silice è da ricercarsi nei radiolari, organismi unicellulari dal guscio siliceo che vivono nel mare, e che oggi per esempio popolano le fasce equatoriali degli oceani Pacifico e Indiano.
Una volta morti, i radiolari si depositano sul fondo e si ossidano, e il loro guscio si dissolve. Solo una piccola percentuale di radiolari raggiunge il fondale, e si sedimenta.
Milioni di anni fa anche l`Appennino era sommerso dal mare, e questi sedimenti hanno originato una successione di strati rocciosi denominati radiolariti o diaspri che oggi caratterizzano il colore e l`aspetto di diversi monti, tra cui il Monte Lama. Qui non è raro vedere luccicare le mineralizzazioni quarzose.
Il monte è ricoperto da faggete e, nella parte sommitale, da praterie dove si possono trovare alcune specie di orchidee, tra cui la più comune è l'Orchis Sambucina, di colore rosso o giallo.

Visualizzazioni: 1318
Item available in english
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
- A +
© Tutti i diritti sono riservati
IAT Grazzano Visconti Val Nure e Val Chero - telefono: +39.0523.870997 - fax: +39.0523.870997 email: iat@valnure.info
powered by Infonet Srl Piacenza